Asus DSL-AC68U – Technicolor AG plus – Fibra ottica




Asus DSL-AC68U - Technicolor AG plus - TIM Smart Fibra

Colleghiamo Asus DSL-AC68U e Technicolor AG Plus in cascata per usare il nostro router con TIM Smart Superfibra e non rinunciare alla linea telefonica

Trasformiamo il Technicolor AG Plus in una presa telefonica e viaggiamo con Asus DSL-AC68U e TIM Smart Superfibra a 100 in Down e 20 in UP.

L’articolo è rivolto ai possessori di una linea VDSL2 di TIM (Fibra ottica di Telecom) che hanno intenzione di continuare ad utilizzare il proprio router Asus DSL-AC68U su linea VDSL2 (rete fibra) senza rinunciare alla parte telefonica.

Chi passa alla Fibra+Voce di Tim si vedrà recapitare anche un router (nel mio caso il Technicolor AG Plus) il quale oltre alla linea VDSL (la connessione internet) gestisce anche la parte telefonica obbligandovi a doverne fare uso in quanto la parte telefonica per le reti fibra è gestito da Tim con protocollo Voip. Quindi a parte i fortunati possessori di router Voip, nella stragrande maggioranza dei casi molti possessori di ottimi router non Voip si vedranno costretti a sottomettersi al router della Telecom; salvo non voler affrontare la spesa per un nuovo router Voip (sempre che si sia in grado di configurarlo correttamente). C’è però una soluzione che consente di mantenere il proprio router per la connessione ad internet ed utilizzare quello Telecom solo per la parte telefonica. Ovviamente non tutti i router potranno essere riconfigurati per la rete Fibra, ma solo quelli che quantomeno siano predisposti alle linee VDSL2 e abbiano la possibilità di collegarsi ad internet attraverso la porta ethernet ovvero quelli che possono collegarsi ad internet utilizzando anche un modem esterno.

E’ il caso dell’Asus DSL-AC68U che è un ottimo router (non Voip) di ultima generazione (ADSL2+/VDSL2) che ha appunto anche la possibilità di creare una connessione alla WAN(internet) attraverso una porta ethernet; in questo articolo vedremo come configurarlo correttamente per utilizzarlo in cascata con il Technicolor AG plus (che diventerà “impropriamente” il nostro modem) lasciando a quest’ultimo soltanto la gestione telefonica.

Intanto per evitare errori e per rendere le cose immediate, questo è il router Technicolor AG plus:

Technicolor AG Plus - Connessione fibraTechnicolor AG Plus - Connessione fibra

 

e questo l’Asus DSL-AC68U:




DSL-AC68U - Connessione fibra

DSL-AC68U - Connessione fibra

Piccola premessa ma importantissima: se il DSL-AC68U è già configurato per un’ADSL tradizionale (come nel mio caso) DEVE NECESSARIAMENTE essere riportato ai valori di fabbrica. Ho perso un sacco di tempo senza concludere nulla perché riportare il DSL-AC68U ai valori di fabbrica credevo fosse un’inutile perdita di tempo dovendo poi riconfigurare tutto. Invece, almeno nel mio caso è stata un’operazione necessaria. Se il router invece fosse nuovo di fabbrica e mai utilizzato, non avete necessità di far nulla in tal senso.




Inutile dire che salvare la configurazione esistente non serve a nulla e quindi se volete tenere memoria della vostra configurazione prima di azzerare tutto, fate uno screen shot delle pagine di configurazione che vi interessano; dopo sarà più facile ricopiare i valori.

Le operazioni da fare non sono tantissime, ma abbiamo necessità di operare separatamente sui due router prima di collegarli tra di loro, quindi è indifferente se cominciare con uno o l’altro.


Altri post.....

137 Commenti su Asus DSL-AC68U – Technicolor AG plus – Fibra ottica

  1. Salve, da diverso tempo ho l’ASUS AC68U con linea Adsl Tim.
    1° problema: ogni tanto il modem si blocca a una velocità di ricezione di 2 – 2,5 anziché 9 – 10 di media. Resettando ai valori di fabbrica riprende alla velocità di linea. Dopo aver dato la colpa alla Telecom mi sono accorto che era il mio modem a scendere di banda e non loro e questa operazione la faccio circa 1 volta al mese.
    2° problema… martedì vengono ad istallare la fibra che avrò allo stesso prezzo ma solo per 4 mesi a 100 e poi a 20 …. ma a me bastano. Il problema è che devo decidere se prendere il loro modem o no in quanto non è compreso nell’offerta ma è a pagamento. Cosa faccio? Posso far configurare il mio ASUS e poi come dite usare l’APP telefono per le chiamate O E’ MEGLIO accettare il loro modem? Sapete se la potenza delle antenne è la stessa per il wifi dato che ho casa su tre piani e il mio Asus arriva bene dapertutto? Aiutatemi nella decisione, vi prego. Grazie

    • Non c’è ragione per la quale il tuo Asus come dici si “blocca”, questo router non soffre di problemi di questo tipo e la cosa è molto strana e attribuibile alla configurazione. Purtroppo non è neanche facile suggerirti cosa sistemare perchè dovrei averla tutta a disposizione per poter capire il problema dove nasce. Su due piedi mi viene da pensare ad un errata gestione o impostazione del Qos semprechè tu lo utilizzi; nel caso fosse attivo, prova a disattivarlo per vedere se il problema si ripresenta o meno. Diversamente ti consiglio il reset del router e la reimpostazione partendo dalla configurazione iniziale.
      Per quanto riguarda il router Tim: non è un router malvagio anche se molto limitato nelle funzionalità. L’uso dell’app come unica possibilità di gestione della parte telefonica personalmente non la vedo mai come una buona soluzione, e quindi mi viene da consigliarti di prendere il router Tim anche solo per avere la garanzia di poter usare sempre la linea telefonica anche con un normale telefono.
      Mi sembra strano che ti chiedano di comprarlo perchè se con la connessione dati ti danno anche la voce devono pur metterti nella condizione di usarla (ma mi fido di quello che dici).
      A questo punto se l’acquisto del router Tim è inevitabile anche se non allo stesso costo, io comprerei un signor router con gestione Voip integrata, magari un signor FritzBox.
      Non credo che i tecnici Tim perdano il loro tempo a configurarti l’Asus, dovrai farlo tu. Buona fortuna

  2. Salve, sono riuscito a collegare l’asus DSL-AC68U direttamente alla linea tim eliminando il tecnicolor.
    Con l’app della tim uso il cell come cordless , ricevo e posso chiamare.
    Unico neo i fax esiste un modo per poterli almeno ricevere? ovviamente senza il modem della tim.
    Grazie

    • Direi proprio di no salvo che non riesci a trovare un’app che ti permetta di farlo (magari convertendo il fax riceevuto in un file pdf) nello stesso modo in cui l’app tim ti permette di gestire ke telefonate. Personalmente non ne conosco.

    • a giorni mi arriva la fibra, ho il citato router della Asus, devo impostare qualche parametro in particolare per collegare l’Asus DSL-AC68U direttamente alla linea, ed
      eliminare lo Smart Modem della Tim?, oppure mi basta azzerare il mio Asus e riavviarlo?

      • Reset del router se fino ad ora l’hai utilizzato con ADSL, e poi quantomeno devi impostare i parametri della connessione. Perdi qualche minuto a leggere l’articolo dal RESET dell’Asus in poi c’è cosa fare per collegarlo direttamente alla fibra…. poi prosegue con le impostazioni per metterlo in cascata (che salterai perchè non ti interessano).

        • va bene, grazie per la risposta Max, preso nota di tutto e appena mi installano la fibra metto in pratica la tua guida, ancora grazie, ciao.

  3. Buongiorno,
    posseggo il modem ASUS in oggetto che uso con soddisfazione con l’ADSL di TIM, e sono in procinto di passare alla fibra. Dall’ottimo articolo si evince che potrei utilizzare esclusivamente il modem-router ASUS, rinunciando alla gestione della parte telefonica. Mi chiedevo comunque se, rinunciando a collegare apparecchi telefonici alle prese o direttamente al modem Technicolor, che non utilizzerei, posso comunque ricevere e fare chiamate installando sul mio smartphone Android l’app TELEFONO della TIM, oppure è indispensabile, per il suo funzionamento, collegare il modem Technicolor?
    Grazie.

    • No, non è indispensabile collegare il router Technicolor per quello che vuoi fare. Basta l’Asus connesso direttamente, lo smartphone alla rete wifi dell’Asus e l’app di Tim TELEFONO funziona perfettamente con il numero di rete fissa a te assegnato. L’ho provato oggi pomeriggio prima di risponderti.
      Divertiti

          • Un altro quesito. Ammettendo, invece, di utilizzare il modem TIM come modem-router principale, vorrei cortesemente sapere se il modem-router ASUS può essere collegato come bridge in modalità wireless al modem-router fibra fornito da TIM. L’obiettivo è collegare via cavo dei dispositivi al router ASUS, prelevando in wifi il segnale internet dal modem TIM collocato in un’altra stanza.
            Scusa tutti questi dubbi, ma dato che tra pochi giorni ho l’appuntamento con il tecnico TIM per la trasformazione da ADSL a fibra, vorrei valutare tutte le possibilità. Temo infatti che mi proporrà di mettere il modem fibra alla presa principale (vicino alla porta d’ingresso), mentre attualmente uso il modem ASUS su una presa secondaria, e ad esso ho collegato via cavo LAN sia il PC fisso che la stampante di rete.
            Grazie.

          • In bridge utilizzando il wireless la vedo dura/improbabile. Però c’è una soluzione che è quella che ho adottato io avendo il tuo stesso problema; ovvero quello della prima presa “vicino alla porta d’ingresso” che non è mai la presa utilizzata. A quella presa arriva il doppino dalla cassetta telecom per strada, e da quella presa parte il doppino che raggiunge le altre prese di casa. Spero che sia fortunato nell’avere come seconda presa quella a cui ora sei collegato con l’Asus e non che questa risulti terza o quarta. La modifica va fatta alla prima presa escludendola saldando il doppino che arriva dalla cassetta telecom al doppino che da li va al resto delle prese di casa tua. A questo punto se dove hai l’Asus è la seconda presa automaticamente questa diventerà la prima. Ok c’è una saldatura di mezzo, ma ripeto è la soluzione che ho adottato io e non ho avuto problemi di perdite di segnale o impedenze tali da rendere meno efficace la connessione. Dai miei test sono sempre su 96/97 in DOWN e oltre 20 (20.6 – 20.7) in UP, situazione giudicata anche dagli stessi tecnici telecom più che ottima.
            Se hai un minimo di competenza è una cosa che puoi fare tu, altrimenti il tuo elettricista la fa in dieci minuti. E anche se la presa dove hai l’Asus dovesse non essere la seconda, la cosa si risolve uguale perdendo un po più di tempo e ricablando l’impianto telefonico di casa in modo tale da avere un doppino unico che dalla prima presa va diretto alla presa da te utilizzata ora.
            Fatto questo al tecnico telecom indicherai come prima presa quella che stai utilizzando ora anche perchè le “vecchia” prima non è più operativa perchè esclusa con la saldatura, e hai risolto.
            Potresti addirittura non saldare i fili e utilizzare i morsetti della presa per tenere uniti e ben saldi i cavi tra di loro, anche se la saldatura è la cosa migliore in assoluto.
            Ti sconsiglio invece la soluzione da te pensata perchè vai a complicarti la vita.
            C’è ancora una soluzione più “geek” che elimina la saldatura, ma devi avere un gestore diverso ed è più costosa per le spese di attivazione disattivazione linee. Infatti se hai un gestore diverso da telecom a questi ultimi dichiari che vuoi una seconda linea con loro; saranno obbligati a passarti un nuovo doppino dalla cassetta per strada alla presa che indichi tu come prima presa.
            Il vantaggio di questa soluzione è che hai un cavo privo di saldature, lo svantaggio è quello dei costi perchè paghi a loro l’attivazione linea e al tuo gestroree attuale la disattivazione linea per cessazione (perchè ovviamente la linea con l’altro gestore la mantieni finchè telecom non ha installato il tutto e poi la disattivi). In questa operazione ci potrebbe però essere l’impossibilità di riuscire a passare un ulteriore cavo dalla centrale a casa tua se l’impianto condominiale?? è saturo. (non so se sei in un condominio o in una soluzione indipendente tipo villetta che certamente renderebbe le cose più facili).

          • Grazie ancora per l’esauriente risposta.
            Per la cronaca, sono in un condominio e la mia attuale presa secondaria è proprio la seconda, e non ce ne sono altre. Quindi mi conviene fare come dici tu (saldatura sulla presa principale). Dato che la cabina a cui afferisce la mia linea supporta la nuova fibra a 200 Mbit/s (profilo VDSL 35b), temo di non poter utilizzare direttamente il solo modem ASUS (rinunciando a collegare apparecchi telefonici), come avevo inizialmente ipotizzato, perché ho letto nella scheda tecnica che supporta profili VDSL solo fino al 30b.

  4. Ciao max, mi hanno attivato da poco la fibra fttc e stava cercando delle guide sulla rete su come collegare 2 router in cascata per gestire il tutto dal mio fritz 3940 (fantastico) e utilizzare il mio modem router telecom (precisamente questo SMART MODEM Wi-Fi PER ADSL E FIBRA DI TIM) come solo modem. Quando vado a disattivare la connessione internet però mi stacca anche la parte voip di conseguenza non posso più chiamare. Sai dirmi se posso fare qualcosa per risolvere il problema. Il modem router della telecom si riavvia sempre e m da continui problemi. Ho provato a iniziare comunque a settare il fritz e la connessione mi va solamente che se anche apro le porte programmi come utorrent mi dicono sempre che sono chiuse, questo perchè secondo me il modem della telecom non è completamente invisibile. Vorrei creare la PPPoE solo con il fritz. Spero di essere stato chiaro. Scusa se ci sono errori o ho sbagliato a scrivere in questo modo passando il link ma è la mia prima volta qui. Aspetto tue risposte e grazie in anticipo.

    • Il router tim come tu stesso hai verificato costa su amazon 17,99…….. non lo conosco, ma non mi meraviglio del funzionamento che racconti.
      Soluzioni:

      • Dici che si riavvia sempre e da problemi. Chiama TIM e chiedi la sostituzione per queste ragioni specificando che vuoi un modello diverso che ti consenta di interrompere la connessione internet perchè “hai paura a restare connesso h24”
      • Se la precedente va male devi usare il router tim come fosse un modem, sul fritz che non dovrà connettersi ad internet come gateway nel dhcp indichi l’indirizzo del router tim, mentre nel router tim tieni dhcp disattivo (tanto a lui si collega solo il router fritz che ha già assegnato il suo ip) e crei una regola per le porte aprendo tutte le porte dalla 0 alla 65535. Disattiva comunque il firewall se puoi. In questo modo dovresti riuscire a gestire tutto dal fritz.

      Facci sapere.

      • Grazie max per la cordialità. Le porte purtroppo io router della tim non me le fa aprire quindi ho risolto acquistando il tuo stesso modem router tik su ebay. Per 10 euro ho preferito fare così. Ora va che è una meraviglia. Grazie per la guida max.

        • Max, scusa di nuovo il disturbo. Hai un po di conoscenza con il router fritz? Sono andato ad aprire la porta per Utorrent ma il programma mi dice che è ancora chiusa, sono andato a lavorare anche sul firewall di windows naturalmente ma niente. Come devo configurare il fritz da mettere in cascata al nuovo modem telecom che ora funziona solo come modem?

          • Se dici che la connessione va che è una meraviglia non è un problema di router in cascata. Su Fritz Diagnosi->Sicurezza verifica che nelle’elenco delle porte aperte ci sia quella di utorrent su protocollo TCP e che hai indicato l’ip di rete corretto (magari hai errato l’ip del tuo pc). Su uTorrent Opzioni->impostazioni->connessione verifica che la porta indicata nella casella sia quella che hai indicato sul router e soprattutto accertati di non aver barrato la casella “porta casuale ad ogni avvio” (sotto il numero di porta). Se tutto è configurato correttamente su uTorrent avrai in basso a destra sulla barra di stato un pallino verde con il segno di spunta.

          • Ho risolto max, grazie per l’aiuto. Un’altra cosa, se dovessi comprare un fritz 7490 posso collegare i telefoni a quest’ultimo e il tutto al modem tim? Funzionerebbe le stesso? In questo modo andrò a creare una VPN e potrò rispondere al telefono di casa anche quando non ci sono, adesso con il 3490 questo non è possibile giusto?

          • Il 7490 ha anche il voip. A cose ti serve il router tim a questo punto? Usi solo il fritz per tutto salvo che il fritz non si allinei con il voip tim (ho i miei dubbi).
            Sul discorso VPN non so dirti perchè non ho mai provato quello che vuoi fare tu, ma ad occhio sbagli qualcosa. Sei in un posto remoto e raggiungi la tua rete di casa con una VPN. Ok. Con cosa la raggiungi, con un pc. Il voip come lo usi? Non so, ma non mi quadra.

          • Allora max, per quanto riguarda il discorso del voip posso farlo da cellulare Android, so come si fa e attraverso l’app fritz phone gestisco il tutto dallo smartphone, anche le chiamate da remoto. La domanda che ti pongo è la seguente:ho letto in giro che molti riescono ad utilizzare il 7490 anche per il voip buttando il router della tim, questo dipende molto dalla zona anche. Se dovessi fare questo acquisto come faccio ad essere sicuro che funzioni il voip con il fritz box? Inoltre se io mettessi il 7490 in cascata al tim e collegassi i telefoni al fritz, riuscirei a gestire la parte voip o no in quanto tim non dice come codifica i pacchetti? Grazie in anticipo

          • Simone Bravo! Ieri non ho voluto “estendermi” sull’argomento per non complicare troppo le cose. Quindi si, da smartphone su vpn si può. Si può anche attraverso un pc collegato alla vpn e collegato ad un access point utilizzare il wifi di quest’ultimo. Non è così immediato da realizzare ma si può.
            Il 7490 funziona anche con la tim. Essere sicuro che la tua centrale non crei problemi non puoi esserlo. Sinceramente sono sempre molto scettico sui problemi di “centrale” raccontati in giro, nel senso che la centrale può determinare la qualità del segnale di linea e quindi la velocità di connessione ma non certo altri tipi di problema. Se i parametri voip inseriti sono corretti, salvo che la linea non sia così scadente da far perdere la visibilità dei server voip non c’è ragione che il Fritz possa non funzionare. Se funziona il router Tim deve funzionare anche qualsiasi altro router voip.
            Il router Tim non è un router particolare o speciale. E’ un router voip qualsiasi, e anche di qualità non eccelsa. Tim lo piazza semplicemente perchè è la strada più breve per fornire una connessione VOIP plug e play, cioè senza stare a dare parametri di configurazione che per i più sarebbero “dialetto cinese”. Quindi ti arriva il loro router con parametri già precaricati testati e certificati in modo tale che all’utente finale si lascia solo il compito di collegare gli spinotti.
            Invece continui a mettere il 7490 in cascata con il router Tim. Non serve. Non devi farlo. Devi solo configurare il Fritz con i parametri giusti per il voip telecom. Se cerchi in rete trovi le informazioni necessarie alla corretta configurazione che avrei voluto pubblicare anch’io in un articolo; non l’ho fatto semplicemente perchè al momento non ho la possibilità di testare personalmente il corretto funzionamento.

          • Ok, grazie mille max, prima di fare questo importante acquisto però ragiono se mi conviene veramente acquistare il 7490 o no, alla fine è solo per gestire le chiamate da remoto. Alla fine la mia connessione ora va benissimo a 95 fissi e quello è l’importante. Per questo credo mi butterò su una scheda audio che in questi giorni è in offerta. Ma per il voip leggevo qua e la che serve la sipkey, che ha solo tim, sai come posso fare o come impostare il tutto per il voip su 7490?

  5. Avrei cortesemente una domanda da porre , vorrei prima ringraziare per le professionali spiegazioni che mi hanno permesso di collegare i due ruoters.
    Il mio problema è questo: non ricordo di aver mai inserito User N e Pass W per accedere ai vari routers telecom che ho usato, tranne che per due codici numerici di prima attivazione risalenti al 2003, uno con funzione di User N e l’altro con funzione di Pass W. Non saperi come agire, il tutto funziona ma la procedura non è corretta, ho inserito nomi di fantasia.
    Serei molto grato se Lei/tu potesse per cortesia illuminarmi.
    Peraltro il router Asus è in sostituzione poichè il firmware si è alterato e nemmeno dopo ripetuti sforzi (anche da parte dei tecnici Asus Italia i quali mi hanno professionalmente assistito tramite collegamento del router in diretta) non è stato possibile ripristinare l’originale.
    Ringrazio e Saluto Cordialmente.

    • Non fartene un problema. Il discorso delle credenziali l’ho citato perchè nel mio caso specifico ho constatato che utilizzando quelle generiche (quelle che molto probabilmente utilizzi tu) il router agganciava una portante di 30/10 anzichè quella da contratto (mio contrtto) che prevede 100/20.
      Credo che sia un problema di centrale (operatore telefonico) a seconda di come quest’ultima viene configurata. Quindi se utilizzando credenziali qualsiasi hai la banda prevista dal tuo contratto è già tutto apposto e non devi preoccuparti di altro.

  6. Ciao Max. Mi rivolgo ancora a te per chiederti due cosette,allora avrei la possibilità di vendere il Modem/Router Asus DSL N55U di cui ne avevamo discusso qualche commento precedentemente.
    In sostanza vorrei chiederti , se un Modem o Modem/Router che sia viene messo in modalità Bridge , quindi disabilita NAT, DHCP e Firewall Integrato ,e il modem/router viene fornito con un unica porta ethernet da collegare il Router che andrò ad acquistare.
    Dal manuale del Netgear DM200-100EUS , Modem Broadband , si legge che , se si applica la modalità bridge il modem viene impostato con una classe 3 differente da quella di default, di default è 192.168.0.1 in modalità bridge invece è 192.168.5.1 non più modificabile , da quanto ho capito non sarebbe necessario nemeno forzare il TCP/IP per entrare nella sua interfaccia ,ma scrivere nel browser il suo Ip 192.168.5.1.
    La domanda che rivolgo è , come dovrei configurare il router puro con le classi degli IP dello stesso router puro sia per la parte Wan e Lan ,sul router puro verebbe collegato anche uno switch.
    Oltre alle classe degli IP parte Wan e Lan del router puro che sarebbero da configurare si dovrebbe usare qualche servizio del tipo DMZ per far funzionare la procedura di configurazione ??? NON vorrei usare DMZ per una questione di sicurezza!!!
    Se puoi fornirmi evventuale esempio per le classi IP te ne sarei grato.
    Ultima cosa che mi mette un dubbio ,il Netgear DM200-100EUS è Fast Ethernet ,quindi 100 Mbps massimo ,credo che per la connessione internet non via sia alcun problema con la mia adsl 20 mega , invece il dubbio mi sorge per tutti i device collegati al router puro e/o allo switch che sono Ethernet gigabyte , a quanto nello spostamento file etc.. funzionerebbe il router e lo switch ???
    Ti ringrazio per qualsiasi consiglio.

    • Il problema dello switch non esiste, ti ho già spiegato che lo metti dove vuoi e funzionerà sempre a prescindere dagli ip della rete. La tua LAN (quello che chiamo router puro) avrà una sotto rete diversa dal router bridge che dici essere bloccata sul 5. Quale classe di indirizzi IP a te la scelta: 192.168.XXX.YYY dove XXX è la tua sottorete alla quale puoi dare un qualsiasi valore da 0 a 254, escludendo il 5 che è la sottorete del bridge. Non ti serve il DMZ e NON USARLO MAI salvo in configurazioni in cui HAI NECESSITA’ VERA. Cmq il DMZ non è un servizio ma un indirizzo che scegli tu verso il quale il router non fa operare il firewall e nessun tipo di filtro (è come se quell’indirizzo ip della tua lan fosse direttamente collegato ad internet – una sorta di pass-trough)
      Se hai problemi a navigare nella tua LAN identifica come gateway il 192.168.5.1 ma non farlo subito; fai un test senza indicare nulla giusto per capire se il firmware risolve da solo.
      Per la velocità delle porte il problema non sussiste. La strozzatura è in uscita con la 100 Mbps ma anche vi fosse una gigabit ci sarebbe sempre il limite della connessione. Nella tua LAN invece è tutto gigabit e le periferiche tra di loro comunicheranno alla massima velocità che ognuna riesce a raggiungere (che spesso più spesso di quello che immagini è al disotto anche dei 100 Mbps).

      • Grazie mille Max , molto apprezzato da parte mia ,tenendo in considerazione tutti i tuoi consigli in merito alla configurazione Modem in modalità bridge + Router, procederò in questo modo.
        Collego il modem alla rete e solamente il PC al modem ,configuro il modem in modalità bridge ed eventualmente update del firmware, conclusa la procedura riavvio il modem in modalità bridge,scollego il PC dal modem e al modem collego il router parte wan all’unica porta ethernet del modem + pc ad una porta rthernet del router e/o switch,entro nell’interfaccia del router ,seleziono la scheda internet e imposto la procedura di connessione pppoe con le credenziali del mio operatore.Quindi se tutto funziona a dovere avrei finito, lascio il suo IP del router “gateway” di default, altrimenti vi siano problemi di connessione internet imposto IP del router “gateway” con IP 192.169.5.1 del modem.MI auguro di non aver scritto una castroneria.
        Grazie per la pazienza.

        • In linea di massima ci sei. Però le credenziali dovrai metterle sul modem credo visto che è lui che negozia la connessione con il tuo operatore. Sul router non dovrai fare nulla in tal senso se non collegare alla sua porta wan il modem (ti dicevo di non indicare gateway e di farlo solo se vi fossero problemi proprio perchè se il router ha una porta wan il firmware dovrebbe provvedere da solo ad indirizzare il traffico in uscita verso quest’ultima che è collegata al modem). Al limite quando avrai individuato i componenti esatti (mi sono un po perso su cosa utilizzerai) in caso di problemi vediamo di trovare la soluzione specifica.
          Intanto sperimenta e divertiti in tal senso….

  7. Salve Max.Complimenti per l’ottima descrizione(credo che sia la migliore in assoluto girando tra i vari forum). Attualmente ho un ASUS DSL N55U Versione D1 che utilizzo solo come modem e un FRITZ BOX 3490 che ho messo in cascata attraverso la porta Lan (il Fritz permette la configurazione solo router). Fra poco mi arriverà la fibra di Tim. Cosa devo fare? Lasciare il fritz box con l’attuale configurazione? Basteranno solo le modifica nel modem fibra?Ti sarei grato di una tua competente risposta.

    • Grazie per i complimenti. Se il Fritz l’hai configurato con questa guida SI. Se hai fatto altro, prima di scombussolare tutto prova a vedere se così com’è configurato il fritz riesci a navigare anche con il nuovo router, al limite solo per quest’ultimo usa questa guida per i settaggi del caso.

  8. Ok. Seguirò certamente il tuo consiglio, visto che le mie esigenze sono nella norma e non richiedono apparati particolari. Grazie per la tua disponibilità e i preziosi consigli. Seguirò i passaggi della guida per impostare il Netgear in cascata.

  9. Ciao Max, domani verrà il tecnico della TIM per attivare la fibra. Sono in possesso del modem TIM Fibra (quello con il baffo rosso) e di un NETGEAR D6100-100PES. Volevo chiederti se il collegamento in cascata descritto nell’articolo può essere fatto anche con i miei modem, seguendo i medesimi passaggi oppure cambia qualcosa. Cosa ne pensi dell’ASUS DSL-AC52U da abbinare con il Fibra della TIM? Grazie.

    • Certo, puoi seguire la guida anche utilizzando router diversi. Il DSL-AC52U è un router “onesto” con un rapporto qualità prezzo più che ottimo, praticamente ha tutto quello che serve ed in particolare una cosa che a me piace molto: un porta WAN dedicata (oltre alla porta per la connessione fisica del cavo ADSL/VDSL), che consente di non rinunciare ad una delle quattro (che a volte sono già poche) porte LAN in caso di uso di un modem, o in configurazioni particolari tipo questa.

      • Grazie. Me lo consigli oppure c’è di meglio per quella fascia di prezzo? Rispetto al mio Netgear, è superiore?

        • Rispetto al tuo Netgear NO, se non erro il 6100 è un AC 1200 mentre l’Asus DSL-AC52U è un AC700. Significa che la tua rete (la LAN) è molto più veloce rispetto a quella che avresti con l’Asus. Ora darti un consiglio mi viene difficile se non quello di mantenere il tuo router che è un ottimo router come in generale tutti i prodotti netgear….. salvo che tu non voglia scendere di velocità….

          • Ok. Grazie. Cosa ne pensi del TP-LINK ARCHER D7 per un eventuale sostituzione del mio Netgear? Vale la pena come miglioramento e rapporto qualità/prezzo?

          • TP-Link come router in genere non è da disdegnare e in quella fascia di prezzo un AC1750 non lo trovi da nessuna parte, questo se vuoi mantenere un solo apparecchio. Ma visto che hai il 6100 che potresti usare come modem io penserei per qualche euro in più (10, 15 c.ca)a prendere il Netgear R6400 (è solo router senza modem) sempre AC1750 che è un’altro mondo rispetto al precedente.
            Però…. hai sul serio necessità di cambiarlo il tuo router? Salvo che tu non faccia un uso intensivo della rete wi-fi tanto da aver bisogno di una maggiore banda, o che il tuo router non ti dia particolari problemi sinceramente un passaggio da un ac1200 ad un ac1750 non sarei così disponibile a farlo…. resterei ancora un po in attesa finchè i prezzi degli AD non diventano più abbordabili, allora farei il passaggio.

  10. Ciao Max.In questi giorni sto cercando di documentarmi sul : Come collegare due router in cascata o meglio modem & router puro.Mi sono imbattuto nella tua guida dopo ricerca in rete.
    Vengo al dunque con alcune domande da porti.

    1) La tua guida è rivolta solamente ai possessori di una linea VDSL2 e/o se ne può trarre spunto e mettere in atto anche per ADSL 20 Mega Telecom/Tim,la mia linea.

    2) Posseggo da alcuni anni l’ottimo ma ormai vecchio tecnologicamente a parer mio Modem/Router della Asus DSL-N55U, non la versione DSL-N55U D1 tanto per capirci.

    La mia intezione sarebbe quella di avere solo un Router puro che faccia per l’appunto solo da router per instradare le varie periferiche che veranno collegate, e un Modem only Adsl e/o Modem/Router Adsl per la connessione internet ed eventuale telefonia,il tutto in cascata ovviamente.
    A tal proposito come only Modem ADSL e/o Modem/Router ADSL della telecom/Tim tra questi modelli quale consiglieresti tenendo conto di Bug, update Firmware,ma sopratutto con chipset Broadcom. più performanti come aggancio della portante ADSL, su Amazon avrei visto questi come modelli di riferimento:
    SMART MODEM TECHNICOLOR AGCOMBO TG789vac v2
    SMART MODEM SERCOMM AGCOMBO VD625
    MODEM FIBRA ADB AG PLUS
    MODEM FIBRA TECHNICOLOR AG PLUS

    Le soluzioni che ho pensato sono: 1- quello di tenermi l’attuale Asus DSL-N55U e farlo lavorare solamente come Modem , sempre che sia fattibile la cosa ,altrimenti ,credo, correggimi se sbaglio dovrei acquistare un modem ADSL eventulmente con supporto VDSL della Telecom/Tim.uno tra quelli che ho elencato “Non si sa che che in un prossimo futuro non troppo lontano portino la fibra anche dalle mie parti per collegarci Router E Modem fibra in comodato” il Nuovo Router,restando in casa Asus, avrei da che decidere tra il nuovo BRT-AC828 o un RT-AC88U.
    Dalle risposte che di certo non mancheranno da parte tua avrò le idee un pò più chiare sul da farsi ed eventuali varianti di impostazioni da fare tra Modem Adsl della Telecom/Tim e Router e/o il mio attuale Modem/Router Asus DSL-N55U e Router nouvo.
    Ti ringrazio anticipatamente.

    • La guida è nata dall’esigenza di continuare ad utilizzare il proprio router privo di VOIP senza dover rinunciare al VOIP la cui funzione è delegata al router fornito dall’operatore telefonico in modo tale da non essere costretti ad utilizzare obbligatoriamente solo quest’ultimo.
      Detto questo, la guida è utilizzabile con tutte le connessioni dati, che sia VDSL, VDSL2 e ADSL dove l’operatore telefonico vende contestualmente alla linea dati anche la fonia di tipo VOIP fornendo contestualmente il proprio router per gestire internet e VOIP.
      Per quanto riguarda la tua esigenza ADSL 20 Mega con router e modem: capisco da quello che dici che al momento non hai una linea VOIP e che questa la contempli eventualmente per il futuro.
      Oggi pertanto non complicarti la vita in configurazioni particolari e non pensare al BRT-AC828 che ha un prezzo folle. Puoi tranquillamente “accontentarti” dell’RT-AC88U che è una bella bestiolina e costa un terzo.
      A questo punto la tua configurazione sarà molto semplice, i due router RT-AC88U e DSL-N55U coesisteranno sulla stessa sotto rete; al DSL-N55U che sarà il tuo “modem” disattiva il DHCP per prevenire assegnazioni di ip non desiderate lasciandolo invece attivo sull’RT-AC88U nel quale indicherai l’indirizzo del DSL-N55U come gateway e altro non c’è da fare.
      In caso dovessi avere problemi di visibilità tra i due router puoi eventualmente assegnare sul DSL-N55U un ip fisso al RT-AC88U.
      Per quanto riguarda i “consigli sugli acquisti” non saprei che risponderti perchè non ho dettagli così approfonditi sui 4 modem da te proposti tanto da poterne indicare uno in particolare, posto che in linea di massima per quel che mi riguarda si equivalgono. Ma anche in questo caso ti consiglio di evitare di spendere soldi e procedere un passo alla volta acquistando innanzitutto il tuo router (RT-AC88U senza ombra di dubbio) e sfruttando quello che hai DSL-N55U come modem. Successivamente se riscontri problematiche (secondo me no) penserai a sostituire il DSL-N55U. Considera anche che se pensi di passare alla fibra molto probabilmente questo è un acquisto che eviterai ricevendo dal tuo operatore telefonico il proprio router in comodato; a questo punto potrai far riferimento a questa guida per riconfigurare il tutto.

      • Grazie Max per il vostro impegno nel ripondere ai diversi quesiti posti.

        La spesa folle per il BRT-AC828 verebbe fatta e ammortizzata in parte con mio fratello avendo due studi HT separati da fornire la linea…Comunque la scelta è ricaduta su questi due modelli in primis,anche per via delle porte ethernet con supporto link aggregation in parallelo con due Nas della Qnap : Un modello Qnap con la possibilita di aggregare due porte ethernet da 1Gbs e l’altro modello Qnap, con quattro porte 1Gbs ,sicuramente farai un osservazione di questo tipo ” perchè non acquisti uno switch che supporti queste caratteristiche ” perche ne possego uno da 8 porte Gigabit…e credo che mi basti per altri device da collegare al Router , oltremodo sbirciando nelle Faq del Router Asus RT-AC88U ho letto che il protocollo IEEE 802.3ad. è compatibile solo con HASH “Layer 2 (MAC)” e non con il più performante “Layer 2+3 (MAC+IP)” IEEE 802.3ad – HASH Layer 2+3 (MAC+IP) supportato dai mie due Qnap . Sulle Faq del BRT AC-828 non viene menzionato nulla riguardo al link aggregation.
        Nel più evoluto modello della Netgear R9000 queste caratteristiche sulla carta sembrano che ci siano, ma ho le mie riserve per vari motivi , in primis lo scarso supporto nello sviluppo dei Firmware rilasciati per questo marchio.
        Comunque ,tornando alle impostazioni che dovrei fare sul DSL-N55U solo Modem, occorrerebbe solo la disativazione del DHCP senza disattivare il Nat , firewall e via dicendo mi sembra di capire , con eventualmete un ripristino alle impostazioni di fabrica del DSL-N55U prima di eseguire le modifiche ?
        Quando dici (In caso dovessi avere problemi di visibilità tra i due router puoi eventualmente assegnare sul DSL-N55U un ip fisso al RT-AC88U.) è in riferimento alle due interfaccia Gui dei due router ? in questo caso due sottoreti ? è corretto ?

        Nuovamente Grazie per la tua disponibilità.

        • Il firewall ti conviene disattivarlo per evitare di impazzire gestendolo esclusivamente sul router. Il NAT invece devi lasciarlo attivo.
          Non due sottoreti ma stessa sottorete. Es.: 192.168.0.1 indirizzo del router, da 192.168.0.2 a 192.168.0.149 range ip DHCP del RT-AC88U/BRT-AC828, 192.168.0.150 indirizzo del modem ( DSL-N55U) che inidcherai come gatway predefinito nel DHCP di cui innanzi.
          Eventuali problemi di visibilità mi riferivo a possibili problemi di navigazione. Quindi sul “modem” pur con DHCP disattivato assegni eventualmente (fallo solo in caso di problemi riscontrati) l’indirizzo 192.168.0.1 all’unica periferica che ad esso si connetterà, ovvero il tuo router sul quale hai già impostato quell’indirizzo (192.168.0.1).

          • Grazie.Ti chiedo, con l’esempio fornito 192.168.0.1 indirizzo del router, da 192.168.0.2 a 192.168.0.149 DHCP attivo, risultano indirizzi IP che mi riservo per una configurazione statica (Uno Scope) che devo configurare nella parte Lan del router ? e quindi tutti gli altri indirizzi IP da 192.168.0.151 tolto IP del “Modem” 192.168.0.150, sarebbero indirizzi IP per i vari client ethernet collegati , non dotati da una configurazione statica nella stessa sottorete ? quindi mi chiedo , l’interruttore switch andrebbe collegato in un range 192.168.0.2 a 192.168.0.149 come un indirizzo IP Statico ?
            Ultima cosa, il collegamento fisico dei due apparecchi è LAN to LAN o Lan to Wan.
            Grazie e scusami se certe domande possono sembrare banali , per il sottoscritto non lo sono affatto ,come può essere un semplice copia e incolla.

          • Il collegamento è lan to wan. Ok per il range indirizzi che vuoi tenere fuori da DHCP ed assegnare manualmente e ok per il resto di indirizzi che lasci alla gestione DHCP. Quello che non afferro è “l’interruttore switch”??
            Lo switch (e basta) è un apparecchio passivo (esistono anche gli switch attivi che sono a loro volta configurabili ma credo non sia il tuo caso) che ha il semplice compito di instradare correttamente i pacchetti dati verso i propri destinatari. Dove va collegato lo switch prescinde dagli indirizzi ma piuttosto dipende dalla dislocazione della rete. E cerco di darti un’idea. Hai 3 stanze d’ufficio in ognuna delle quali hai un pc, una stampante di rete, e un nas; tre periferiche che hanno quindi bisogno di accesso alla rete. Se volessi usare un router per dare connessione a tutto non potrei visto che 3 periferiche per 3 stanze mi creano la necessita di 9 porte lan contro le 4 canoniche di un router. A questo punto entra in gioco l’uso degli switch; porto dal router un cavo di rete in ogni stanza e questo cavo lo collego allo switch a cui collegherò anche le tre periferiche e così faccio per ognuna delle altre stanze. Con un router e 3 switch ho dato connessione a tutte le periferiche e mi avanza una porta libera sul router e qualche porta sugli switch. Ora, che in una stanza hai periferiche con ip fisso e nelle altre due hai periferiche con ip assegnato da DHCP poco interessa alla tua rete che funzionerà perfettamente.
            Spero di aver inteso correttamente il tuo quesito e di averti fornito l’esempio giusto per chiarire i tuoi dubbi.

  11. Ciao Max, grazie per la guida.
    Non capisco come mai all’inizio fai disattivare la connessione sul Technicolor, poi una volta che ricollego il cavo telefonico al Technicolor la devo riattivare?
    Ti dico questo perchè con operatore Tiscali e modem Technicolor TG788vn v2 non riesco a mettere in cascata l’Asus AC68U, una volta configurato come da guida non navigo

    • La connessione sul Technicolor deve essere necessariamente disattivata e negoziata dall’Asus DSL-AC68U. Se non la disattivi l’Asus non può negoziare un bel niente, non può collegarsi direttamente ad intrernet e succede che non governi le porte dall’Asus lasciando la gestione del firewall al Technicolor; pessima idea in quanto non avresti una gestione completa e flessibile.
      Prova a ricontrollare con calma tutti i passaggi, purtroppo non ho riferimenti con l’operatore Tiscali ma credo che le cose non cambino se non eventualmente solo per le credenziali d’accesso.
      Con calma… riprova tutto dall’inizio.

  12. grazie per tutte le info! mi sono state utilissime!
    ho solo una domanda (molto stupida, credo): ho una linea fibra 30mega più telefonia.

    ho un modem alice in comodato d’uso identico a quello utilizzato nella guida.
    ho collegato un router tp-link in pppoe. (in realtà ho lasciata attiva la comunicazione wi-fi anche sul modem alice).
    c’è la remota possibilità che telecom mi aggiunga costi in bolletta?

    Vi ringrazio

  13. Ciao ragazzi, ma questo vale anche per INFOSTRADA? Domani mi arriva il router ASUS RT-AC87U.
    Io ho fibra 50mb con ultima parte in rame e vorrei lasciare il modem technicolor per la parte telefonica e il router ASUS per gestire la rete.
    Grazie

  14. Ciao!
    Premettendo che ho Fibra TIM 100/20, con il loro pseudo router Technicolor TG789vac v2, è possibile eseguire la stessa procedura avendo però un TP Link 8890 con firmware 9980 (quindi che supporta VDSL)?
    Te lo chiedo perchè vedo che sul router TIM disattivi la parte internet. Ma così facendo, nel mio caso, non disattivo anche le chiamate?

    • Se con il tuo TP Link (che non conosco purtroppo) riesci ad effettuare le impostazioni così come per l’asus dell’articolo la risposta è si.
      Disattivando la parte internet non disattivi il VOIP che resta comunque attivo. Nella configurazione proposta se non disattivassi internet sul Technicolor non riuscirei a collegarmi con l’Asus, e se l’Asus non si collega direttamente ad internet sarei costretto a passare necessariamente attraverso la connessione del Technicolor dipendendo anche dal suo firewall complicandomi di parecchio la vita tutte le volte che un’applicazione esterna vuole accedere all’interno della mia rete (es. controllo di telecamere ip di casa, applicazioni P2P, accesso al NAS e via discorrendo).
      In questa configurazione gestisco tutte le impostazioni SOLO sull’Asus al quale il Technicolor è assolutamente invisibile; non rinuncio al VOIP (l’ASUS DSL-AC68U non ha gestione VOIP); sfrutto un router di fascia medio-alta per gestire la mia rete con tante opzioni di configurazione che per un Technicolor sono solo fantascienza.

      • Ciao Max,

        grazie per la risposta 🙂
        Sommariamente il TP Link che ho non si discosta molto dal modello dell’ASUS descritto nella guida.
        Il TP Link ha questa schermata: http://static.tp-link.com/resources/simulator/TD-W9980(UN)/index.htm (puoi sbirciare nella parte WAN).
        Chiedevo per la disabilitazione di internet sul Technicolor perchè leggevo qua e là che forse disattivavo anche la parte VoIP.

        Stasera potrei provare e vedere come muovermi. 🙂

        • Ho dato uno sguardo al simulatore, non hai problemi a eseguire quella configurazione anche sul TP-Link.
          Per quanto riguarda il tuo dubbio: prima di perdere tempo nelle configurazioni, sul tuo Technicolor disabilita internet e chiamati sul numero di casa. Vedrai che le telefonate le ricevi comunque.

          • Ciao!

            Ti confermo che purtroppo togliendo internet viene tolta anche la fonia (router di M…).
            Ho provato N volte a collegarlo sulla WAN, impostare la PPPoE… Niente da fare. Sto letteralmente IMPAZZENDO. 🙁

          • Sei riuscito a mantenere il voip? Anche io ho il tuo stesso problema. Quando stacco internet mi toglie automaticamente anche le chiamate. Max ti prego dammi una mano

  15. A seguito del mio passaggio a Telecom da Fastweb, ma non volendo rinunciare al mio Asus DSL AC68U, tra l’altro acquistato da me, una volta che il tecnico mi ha collegato il modem (Smart Modem Sercomm)e i telefoni in Voip e constatato che tutto funzionava bene, l’ho salutato ed ho subito eseguito la procedura descritta nell’articolo per tenermi in servizio il mio modem Asus che è incomparabilmente migliore, per la gestione della mia rete, rispetto al blindatissimo modem Telecom: l’esito è stato perfetto, ad esempio, la velocità di download, misurata prima e dopo, senza affinare la configurazione del dispositivo Asus, era già aumentata di 4 o 5 Mbit/s sfiorando gli effettivi 100 Mbit promessi da Telecom, identica invece, la velocità di upload, attestatasi intorno ai 20 Mbit/s. Tutto ok dunque, solo che non riesco ad accedere al modem Telecom con la prassi indicata nel post e devo ricorrere al cavo per conoscere le statistiche di funzionamento della fonia; sarei grato se l’autore di questo post volesse aiutarmi per questo piccolo inconveniente, intanto lo ringrazio sentitamente.

    • Forse ho spiegato male o non ho precisato a sufficienza. Non è possibile accedere alla rete dell’AG Plus attraverso quella dell’Asus. Se si ha la necessità di accedere alle impostazioni del router AG Plus bisognerà prima collegarsi fisicamente con un cavo ethernet all’AG Plus. Se questa necessità si presenta con una certa frequenza, volendo è possibile lasciare attiva una delle due reti wifi dell’AG Plus in modo da accedere più facilmente.

  16. Ciao Max, innanzitutto auguri di buon anno. Dopo un mese di fax di reclamo a Tim mi sono accorto che la causa dei miei problemi di navigazione con la Fibra TIM 100 erano dovuti al Tecnicholor. Avevo già provato a rispettare completamente il modem ASUS AC68U ma neanche con questo, collegato da salo, raggiungevo una velocità di navigazione adeguata (vedi miei post precedenti). Ora mi hanno dato lo smart modem Serecom e le cose sono migliorate. Ti allego il mio speed testhttp://beta.speedtest.net/result/5929036597. Posso essere soddisfatto della mia velocità di navigazione? Che ne pensi. Non riesco ad avere un allineamento maggiore di 90 mega e la TIM dice che è il massimo che posso avere. Hanno ragione? Grazie per la pazienza

    • Grazie e buon anno anche a te. Circa la soddisfazione…. direi di no, ma è inutile crucciarsi più di tanto. Non è un problema tuo ma della linea e questo genere di problemi non sono risolvibili purtroppo perchè la loro soluzione risiede fondamentalmente nella parte hardware (cavi, contatti, dslam). Non è detto che necessariamente ci sia un problema e non è detto che se ipoteticamente si potesse sostituire l’hardware le cose vadano meglio…. nel senso che magari la conduttura telecom in punto è troppo vicina a quella enel e questo basta a creare quel minimo disturbo che riduce la portante. Ovviamente è solo un’ipotesi che faccio solo per farti meglio intendere come a volte ci sono problemi realmente irrisolvibili (salvo che la telecom non ricabli completamente il tratto…. e la vedo alquanto fantascientifica). Allo stato attuale delle cose praticamente non c’è nulla da fare; puoi eventualmente sostituire il doppino che dall’armadio arriva fino a casa tua. Non è detto che telecom te lo faccia e se si rendono disponibili, pagherai l’intervento con il rischio che non risolvi assolutamente nulla.
      Quindi vuoi o non vuoi devi necessariamente ritenerti soddisfatto di ciò che hai; alla fine 84/17 non sono pochi e salvo che tu non sia un downloader seriale, difficilmente utilizzerai tutta questa banda in modo continuo e quindi la penalizzazione rispetto alla 100/20 diventa assolutamente relativa.

  17. Cerco di spiegarmi, ho scollegato lo smart modem technicolor. Ho resettato l’ASUS AC68U ed ho creato la nuova connessione cos’ come tu hai spiegato. Tutto va bene e posso navigare tranquillamente. Configuro la rete WIFI (tutto in automatico) e collego i device (cellulare, tablet e TV), non riesco a navigare via web. Scollego di nuovo tutto e rimetto il modem TIM (sto usando il cavo ethernet per la bassa velocità di navigazione, nonostante la linea sia nuova ed abiti di fronte la centrale e l’armadio è nuovo, per cui i tecnici TIM mi hanno chiesto di restare collegato va ethernet), navigo via web, il wifi del modem è molto scadente. Ho configurato su mail di Mac due account di posta (uno google ed uno alice), ricevo le email ma non riesco ad inviarle, l’Apple mi da detto che dipende dal modem. Ho provato anche a settare il Port Mapping aggiungendo il Servizio smtp e l’indirizzo IP del pc che utilizzo per inviare email, ma senza esito. Grazie per l’attenzione

  18. erco di spiegarmi meglio. Ho resettato il modem Asus e ho rifatto la configurazione. Naturalmente il modem technicolor TIM era scollegato. Ottenuta la connessione internet ho impostato le due reti wifi dell’asus ed ho collegato alcuni devices. In questi devices non c’era la rete. Mi restituivano l’errore di rete assente. Il DHCP eì abilitato, IP in automatico, così come ok indirizzo IP e gateway.
    Ciò mi ha costretto ad utilizzare il modem technicolor TIM, il cui wifi è veramente pessimo. Ho dovuto utilizzare il cavo ethernet in quanto, nonostante abiti, di fronte la centrale Telecom la mia velocità di navigazione non supera i 40 MB (ho superfibra) per cui i tecnici mi hanno chiesto di utilizzare il cavo ethernet…..finora non hanno risolto nulla……nonostante le ottimali condizioni (linea nuova e breve distanza) continuo ad avere una pessima velocità. Detto questo veniamo al problema della mail: il Mac è connesso al modem TIM e non riesco ad inviare le email da programma “mail” di MAC in quanto non si connette al server smtp di google e di alice….spero di essere stato più esaustivo. Grazie e saluti

    • Più o meno :)) In linea di massima…. fai un paio di prove gestendo i router separatamente, cioè verifica se si collega anche l’Asus direttamente (capisco che almeno il telecom si collega anche se poi non ti va con il Mac). Per l’Asus collega ad esso direttamente il cavo VDSL e prova a vedere se le periferiche ad esso connesse riescono a navigare. Se così è l’unica ragione che vedo che potrebbe impedirti di usarli in cascata è la connessione attiva sul technicolor che deve essere necessariamente disattivata se vuoi che si colleghi l’Asus.
      Ho capito che hai sto problema con Tim, ma metti da parte un attimo il technicolor per provare l’Asus, almeno ti rendi conto se va o meno in internet connesso direttamente alla linea.
      Per il problema sulla linea, fagli un fax e contestagli la situazione, non possono venderti una superfibra che poi va a 40. Sicuramente c’è un problema sulla linea, anche se come dici è tutto nuovo potrebbe esserci anche un cavo che crea un forte impedimento…. magari perchè passa vicino all’elettricità o per ragioni diverse. Fagli controllare il segnale all’armadio per strada con te presente (non credo tu sia connesso direttamente alla centrale), e poi fagli controllare la linea dall’armadio a casa tua vedrai che verrà fuori il problema. La fibra tra l’altro soffre molto meno le distanze rispetto all’adsl e dovresti andare a palla.
      In ogni caso hai controllato la portante che aggancia il technicolor? Per sapere cosa e dove leggere, vai alla prima foto di pag.3 dell’articolo “stato del modem”. Nella figura la portante è agganciata a 108103 in down, oltre 100 mega praticamente e 21600 in up. Tu con quei numeri sul technicolor come sei messo?

      • ciao Max,
        la mia portante sul Technicolor è: 88450 in down e 18200 up. Sai consigliarmi perché non riesco ad inviare le email con il Technicolor mentre se collego solo l’Asus le email vanno?.

        • La tua portante non mi piace e comunque conferma che ci sono problemi sulla tua linea salvo che, a prescindere dalla vicinanza alla centrale a cui pure ti confermo di non essere connesso, l’armadio a cui sei connesso non si trova a 2 km da te e la vedo difficile. Fai uno speed test su http://www.speedtest.net/it/, scegli Roma o Milano non avviare subito il test ma avvicina il puntatore ad una delle città dove verrà fuori un elenco di server…. scegli quello Telecom. Questo è il test fatto da me ora http://www.speedtest.net/my-result/5864159584 e come puoi riscontrare rispetto alla portante che ora è a 107821 c’è una perdita di circa il 10%. Tu dovresti riuscire ad arrivare appena sotto gli 80/17, questo solo per capire eventuali altri problemi di linea.
          Visto che sei riuscito a collegarti anche solo con l’Asus, hai per caso controllato la portante sull’Asus se fosse maggiore che nel Technicolor?
          Per le tue mail…. non sono un “filo” Mac e quindi non conosco SO ne “Mail” però se con un router ci riesci e l’altro no, prova innanzitutto a disattivare il firewall sul Technicolor e vedere se così ci riesci. Se l’esito è positivo riabilita il firewall e apri solo le porte dei server SMTP a cui ti colleghi e riprova.

  19. Ciao Max,
    ti disturbo di nuovo, approfittando della tua disponibilità. Ho la fibra di TIM. Ho settato il modem ASUS AC68U (lo stesso tuo), internet va, ma nel momento in cui collego delle periferiche alla rete WIFI dell’Asus non funziona internet, dove ho sbagliato? Infine se utilizzo il modem Telecom e lo collego con il filo di rete e/o in wifi al PC (un Mac) non riesco ad inviare la posta con mail in quanto non si connette al server SMTP. Gli account di posta sono Google ed Alice. Puoi darmi una mano?. Grazie

    • Vado random perchè può essere tutto dalle poche informazioni che dai. Dici che internet va, ma leggo che non va nulla… è solo un problema di wifi? E non capisco perchè colleghi via ethernet il router telecom al mac. Se lo fai con l’Asus (via ethernet) va? Comunque….. controlla che sia abilitato il server DHCP sull’Asus, controlla che le periferiche che colleghi abbiamo l’ottenimento ip in automatico e che non sia settato nulla in manuale, se così dovesse essere verifica che una volta connesse abbiano un indirizzo ip nel range della tua rete e che come gateway ci sia l’indirizzo del router.
      Quando dici internet va…. significa cosa? Navighi via web tranquillamente?

      • Cerco di spiegarmi meglio. Ho resettato il modem Asus e ho rifatto la configurazione. Naturalmente il modem technicolor TIM era scollegato. Ottenuta la connessione internet ho impostato le due reti wifi dell’asus ed ho collegato alcuni devices. In questi devices non c’era la rete. Mi restituivano l’errore di rete assente. Il DHCP eì abilitato, IP in automatico, così come ok indirizzo IP e gateway.
        Ciò mi ha costretto ad utilizzare il modem technicolor TIM, il cui wifi è veramente pessimo. Ho dovuto utilizzare il cavo ethernet in quanto, nonostante abiti, di fronte la centrale Telecom la mia velocità di navigazione non supera i 40 MB (ho superfibra) per cui i tecnici mi hanno chiesto di utilizzare il cavo ethernet…..finora non hanno risolto nulla……nonostante le ottimali condizioni (linea nuova e breve distanza) continuo ad avere una pessima velocità. Detto questo veniamo al problema della mail: il Mac è connesso al modem TIM e non riesco ad inviare le email da programma “mail” di MAC in quanto non si connette al server smtp di google e di alice….spero di essere stato più esaustivo. Grazie e saluti

  20. Sinceramente mi sfugge la ragione per cui prima configuri VDSL sull’Asus, e poi disabiliti tutto settando la WAN su una delle porte dello switch. Per la cronaca ho appena configurato con la sessione PPPOE passante, e conseguente doppio IP esterno.

    • Configuro VDSL su Asus semplicemente per trattare anche l’argomento della connessione diretta e per mostrare le differenze di una connessione diretta con una passante. Invece non è mi è chiaro il tuo doppio ip esterno considerando che l’ip te lo assegna il gestore telefonico ed è uno, può essere statico o dinamico ma sempre uno è. Se punti alla tua rete dall’esterno devi necessariamente far riferimento all’ip che ti ha assegnato il gestore telefonico e non puoi far riferimento agli ip interni, anche se come in questo caso disponi di due sottoreti.
      Mi piacerebbe che spiegassi esattamente come hai ottenuto il doppio ip, posto che sia io a non aver capito male.

      • Scusami per la risposta tardiva, ma non ci sono notifiche. Il doppio IP proviene dalle due sessioni PPPOE con l’ONU. Il primo quindi proviene dalla sessione del Technicolor, il secondo dall’analoga sessione PPPOE del modem Asus. Prova ne sia che accedo da remoto con due DDNS diversi. Eventualmente scrivimi per email, per ulteriori dettagli,

  21. Ciao Max, innanzitutto grazie per la tua precisione e l’ottima guida.
    Volevo chiederti una precisazione in base alla mia situazione. Ho il router telecom (modello sercomm, ma credo cambi poco) al piano terra, il DSL ac68 al primo piano collegato con cavo ethernet a quello telecom. Fra un paio di giorni mi faranno la permuta e sarà attiva la fibra ed eseguirò la configurazione da te suggerita. Ho però la necessità di collegare un videocitofono ip al modem telecom, perchè solo li riesco a far arrivare il cavo ethernet del videocitofono, riesco a farlo funzionare collegandolo ad una presa ethernet del modem telecom? Il collegamento del videocitofono mi serve solo per essere raggiunto via ip all’esterno, mentre la distribuzione interna e via cavo ethernet.
    Grazie

    • Mi piace il citofono IP e dunque suppongo che comunque vuoi sfruttare internet quando parli di essere raggiunto all’esterno. In pratica qualcuno citofona e tu rispondi dal tuo smartphone stando dall’altra parte del mondo o dietro l’angolo di casa. Scusa ma la premessa è necessaria per intendere che ci siamo capiti. In prima battuta e comunque è la soluzione che funzionerà in ogni caso ti suggerisco l’acquisto di uno switch passivo; un 5 porte lo paghi una fesseria. Dovrai poi necessariamente passare un secondo cavo collegato ad una porta LAN dell’asus. Hai necessità del secondo cavo in quanto quello che hai già installato è visto dall’asus come WAN e non potrai utilizzarlo per collegarci una periferica di rete (il citofono). Al secondo cavo (quello connesso alla porta LAN) colleghi lo switch e il citofono IP (hai fatto benissimo a passare un cavo ethernet per il collegamento tra i due router piuttosto che affidarti a soluzioni meno stabili – wifi o powerline). In questo caso il citofono fa parte della rete “asus” e il suo gateway è l’indirizzo del router…. cosa che ottiene in automatico con l’indirizzo ip se ha funzioni di ottenimento automatico ip da server DCHP.
      C’è un’alternativa che mi viene da suggerirti da provare prima di acquistare lo switch ed è ciò che hai inteso fare tu. Colleghi il citofono al router telecom e gli dai come gateway lo stesso gateway che leggerai sul router asus una volta fatta la configurazione dell’articolo. Per intenderci vai a pag.4 dell’articolo all’ultima foto della pagina, lo trovi cerchiato in verde. Non so se funzionerà perchè non ho modo di testare la soluzione, ma quello a mio avviso è l’unico indirizzo valido che puoi tentare di usare. Prova anche come ultima ipotesi ad usare come gateway l’indirizzo del router telecom mentre escludi qualsiasi test con indirizzi che fanno riferimento al router asus perchè se colleghi il citofono al router telecom i due router tra di loro non si vedono perchè su sottoreti diverse.
      In ogni caso avrei piacere nell’interesse di tutti di sapere se hai risolto con la seconda soluzione, posto che con l’uso dello switch risolvi sicuramente.

      • Ciao Max, hai capito perfettamente l’uso del citofono ip.
        Proverò a settare il tutto come da te suggerito utilizzando il gateway 192.168.100.1 ma se dovesse servire hai uno switch da consigliarmi?
        Grazie

        Paolo

        • L’indirizzo gateway nella foto è quello, se non l’ho scritto è solo perchè voglio che verifichi il tuo, non è detto che sia uguale…. quindi metti quello che effettivamente leggerai sul tuo router.
          Gli switch, soprattutto quelli passivi sono quanto di più stupido c’è in informatica… Sul serio uno vale l’altro, vai su marche note evitando i troppo cinesi, scegline uno bello da vedere se devi tenerlo in vista, ma sopratutto che sia gigabit…. o diversamente trovi il 1000 tra le velocità… 10/100/1000

  22. Ciao, complimenti per la ottima guida completa di screenshot. Desidero sapere se posso far gestire la connessione internet al AC68U ed utilizzare il modem Fibra TIM solo per il VOIP, in questo caso farei collegare ad internet l’Asus e poi collegherei questo con un cavo LAN al AG Plus della TIM dove ho provveduto a disattivare la connessione come da tua guida. È’ possibile? Sto provando ma senza esito? Ti dispiacerebbe inviarmi degli screenshot se l’operazione è fattibile? Ricordo che con AC68U possiamo anche spettare alcuni parametri della connessione è che determinano aumento della portante. Grazie

    • Parto dalla fine del tuo post; si è possibile settare i parametri della connessione, ma non vorrei che quello che vuoi fare tu parte proprio da questo “desiderio”. La fibra non è l’adsl, è molto più stabile e pulita rispetto all’adsl, l’attenuazione di segnale è veramente insignificante e quindi tutti gli smanettamenti a cui si era abituati con l’adsl non sono necessari. Per dirti, io ho un contratto 100/20 e se guardi la prima immagine di pag.3 (una delle schermate di impostazione del Technicolor, quella che in alto ha la banda verde per intenderci ) in alto a sinistra ci sono i parametri di aggancio della linea che dicono 108.103Kbps in Down e 21.600Kbps in Up, ergo…. aggancio la portante alla massima velocità (un pelo in più) della mia connessione. Avere la possibilità di andare a smanettare su quei parametri non serve a nulla se non forse a peggiorare le cose…. Con l’adsl era diverso perchè con la 20 mega chi era fortunato agganciava una portante a 18,5 19 mega ma in tanti erano anche intorno ai 15 e tutti giù a smanettare per tentare di guadagnare qualcosa. A mio avviso sbagliando in quanto se è vero che si riusciva ad agganciare velocità maggiori, è anche vero che aumentava il numero di CRC (ricezione di pacchetti corrotti) e quindi la maggiore velocità si “sprecava” comunque in richieste di reinvio pacchetti annullando di fatto il vantaggio.
      Fai anche un prova….. Prescindi un attimo dal VOIP, collega l’ASUS direttamente alla linea smanetta un po con i parametri di linea e renditi conto da solo che non migliorerai la velocità…. non guardare solo i numeri che magari riuscirai anche a far “salire”…. ma fai dei test facendo il download di file grandi cronometrando il tempo impiegato… (ovviamente devi cercarti un “fornitore” che abbia server che pompano dati….. scarica il .Net Framework 2.0 da Microsoft 🙂 Questo solo per farti stare con un animo più sereno.
      Tornando a noi…. la risposta è NO, non puoi usare il VOIP del Technicolor collegandolo via LAN ad un qualsiasi router perchè le porte gialle del Technicolor sono destinate esclusivamente alla LAN e non è possibile cambiare l’uso delle porte. In buona sostanza il Technicolor per collegare il VOIP ha necessità di vedere internet (ovviamente), internet la cerca attraverso la propria WAN, e la propria WAN non è altro che la porta a cui va collegato il cavetto della linea telefonica e non c’è modo per dirgli di cercare la WAN attraverso una porta LAN (gialla).
      Per questa ragione qualsiasi tentativo farai non avrà successo.

  23. ciao Max, visto che abito in due piani compreso piano terra e visto che ho in entrambi i piani dei telefoni fissi e un cordless, potrei utilizzare il router telecom solo per la parte telefonica mentre utilizzare un router che ho comprato da poco (ASUS DSL-AC68U) in un altro piano di casa solo per la parte internet?

    Nelle prese di casa, una volta attivata la fibra di tim, arriva comunque in tutte sia il segnale fonia che dati? Potrei continuare quindi a gestire in totale libertà il mio impianto interno?

    • Purtroppo con la fibra le cose sono un attimo diverse rispetto all’ADSL. La linea dati per questioni di qualità del segnale devi prenderla necessariamente alla prima presa della linea telefonica interna, cioè alla presa a cui arriva il doppino telecom direttamente dall’armadio in strada. Qui andrà collegato il router telecom e sostituita la presa con quella che ho pubblicato a fine articolo si potrà reimmettere il segnale telefonico al resto dell’impianto telefonico casalingo. Non puoi utilizzare un secondo router connesso ad una qualsiasi altra presa a valle del router telecom perchè o non trovi la linea dati o se la trovi fai cadere la connessione del router telecom senza neanche riuscire a collegare il secondo router (questo è un discorso che vale sempre anche con la vecchia ADSL); due router sullo stesso impianto possono comunicare tra di loro solo attraverso un collegamento ethernet e solo uno può essere collegato alla linea dati.
      Alla luce di questo tu hai due soluzioni dirette + una terza che prevede il ricorso ad un power line.
      – Lasci il router telecom al piano terra e passi nell’impianto di casa un cavo ethernet fino al punto in cui vuoi posizionare l’altro router, permettendo una connessione a distanza ma via ethernet tra i due router.
      – Modifichi l’impianto telefonico in modo tale da prolungare il punto di ingresso della linea telecom per portarlo alla presa a cui vorresti collegare il router Asus. A questa colleghi i due router come nell’articolo. E’ la soluzione che ho utilizzato io in quanto passare un doppino telefonico in un impianto elettrico già esistente è molto più semplice che passare un cavo ethernet.Il collegamento tra il vecchio punto di ingresso nell’appartamento e la parte aggiunta del doppino deve essere saldato evitando mammut, morsetti, cappucci e via dicendo.
      – Lasci il router telecom al piano terra e usi un power line che sfrutta l’impianto elettrico come fosse una cavo ethernet. Ad una presa del primo piano colleghi il ricevitore power line che è dotato di porta ethernet al quale collegherai il secondo router.
      – Cè una quarta soluzione, o meglio ci sarebbe. Non l’ho mai testata e quindi è tutta da verificare, ma si potrebbe attraverso l’uso di un range extender captare al primo piano il segnale del router telecom e collegare il secondo router alla porta ethernet del range extender.
      Sicuramente è più facilmente praticabile e ipotizzabile che pensare ad una connessione diretta in wifi tra i due router mancando nel router telecom qualsiasi supporto (WDS) a questo tipo di collegamenti.
      Questi due articoli ti dettagliano meglio eventuali soluzioni alternative Range Extender Asus RP-AC56 e Estendere una wifi
      Se dovessi optare per una delle due ultime due soluzioni prima di acquistare qualsiasi cosa ti consiglio di fare dei test (con apparati in prestito wifi o power line) e verificare il corretto funzionamento. Come detto, nel caso del range extender ho fatto solo un’ipotesi mai testata e per quanto concerne il power line potresti avere problemi di mancata connessione o connessione molto disturbata tra i due componenti power line (trasmettitore e ricevitore) nel caso l’impianto elettrico fosse molto vecchio o mal progettato.
      Sicuramente praticare una delle prime due soluzioni è la strada migliore da seguire perchè ottieni un impianto molto più stabile e sicuro in quanto basate su connessioni fisiche e dedicate.

      • Grazie mille Max, mi sa che opterò per la seconda soluzione in quanto attualmente, con ADSL, posso collegare il router dove mi piace, con fibra farò lo sforzo di avere due router accanto.

        Mi chiedevo: per quanto riguarda la parte telefonica come faccio invece a collegare alla fonia i telefoni non cordless che si trovano al piano terra e al secondo piano?

        Modificando l’impianto come spiegato nella seconda soluzione, quindi ampliando il segnale principale a tutte le prese telefoniche presenti in casa, posso poi collegare semplicemente i telefoni, lontani dal router, come avviene adesso a casa?

        Grazie sempre per la tua pazienza e gentilezza.

  24. Ciao Max, grazie dei toui consigli, sto recuperando un nuovo router Asus AC68U senza modem interno perchè da quello che ho capito non serve.
    Vorrei però collegarmi ad una rete VPN, cosa mi consigli di fare? Acquistare un Asus DSL-AC68U o solo il router Asus AC-68U?
    Ringrazio anticipatamente

    • Per router AC68U senza modem immagino faccia riferimento all’RT-AC68U. Sinceramente non avrei dubbi nell’andare deciso sul DSL-AC68U. RT-AC68U e DSL-AC68U sono la stessa “macchina” l’unica differenza è la presenza del modem nel DSL e considerando che anche sul fronte prezzi le differenze sono veramente contenute, nell’ordine dei 15 euro circa non vedo una ragione valida per pensare all’acquisto dell’RT. Certo, in questa configurazione il modem non serve, però perchè scartare l’ipotesi di acquistare ad un prezzo molto simile lo stesso router dotato anche di modem? Tanto avere un router/modem non da alcun fastidio in questa configurazione e un domani puoi cambiare gestore o contratto senza doverti rammaricare che in quella circostanza ti sarebbe servito il modem che non avresti con l’RT.

      • Grazie Max,
        stavo acquistando l’RT poi ho letto il tuo articolo e nel dubbio ti ho scritto.
        Vorrei però sapere come si comporta il modem TIM SMART MODEM della Tecnicolor con gli indirizzi della VPN. TIM ti da un indirizzo statico poi cosa succede?
        Come devo settare la VPN dell’ASUS DSL-AC 68U?
        Scusami ma sto entrando in adesso nell’ottica VPN e sono inesperto.
        Grazie ancora

        • Prendi un argomento che è abbastanza complesso per poter essere esaurito in questo contesto. In ogni caso….se opti per il DSL, il router telecom fa sempre la parte della “presa telefonica”, quindi non entra in gioco. E’ sempre sull’asus che devi configurare innanzitutto il tuo ip fisso e poi abilitare il server VPN scegliendo prima il tipo di server tra PPTN o OpenVPN (quest’ultimo è il più diffuso e onnipresente, ma se il client che useresti supporta PPTN scegli questo); abilita il supporto risorse di rete SAMBA che è quello che ti consente di vedere le altre periferiche all’interno della rete e configura nome utente e password da usare quando ti colleghi alla tua VPN. A questo punto sul pc client va configurata una connessione VPN che punta a questo server (inserirai come indirizzo il tuo ip fisso e le credenziali che hai creato).
          Se opti per l’RT, la configurazione dell’ip devi farla sul router telecom, il resto sull’Asus.
          E’soltanto un indicazione di massima, perchè come detto l’argomento non è esauribile così facilmente.

          • Per ora ti ringrazio, mi ha fatto veramente piacere far parte del tuo Blogg.
            Ho ordinato il nuovo ASUS, quando arriverà proverò a “settarlo” nel caso non riuscissi ti chiederò ancora un aiutino.
            Un cordiale saluto

  25. Salve Max, grazie per l’eccellente guida, molto interessante!
    Volevo chiederti , ho un netgear D7000 e la firbra 100/20, potrei collegarlo al modem telecom?
    Grazie

    • Il D7000 Netgear è il fratello dell’Asus DSL-AC68U. Certo, puoi collegarlo esattamente come in questo articolo è stato collegato l’Asus. Segui l’articolo e riuscirai a farlo senza problemi riuscendo a ritrovare gli stessi settaggi anche sul tuo router.
      Ciao

  26. Ciao Max grande x la guida tutto ok fino alla parte wifi sono riuscito a collegare solo un tablet con il tasto WPS,x gli alti pc e Cell vedo la rete mi chiede la password che inserisco e mi da errore (password non valida) Anche io non ho il tasto disconnetti su modem Telecom .Grazie attento tue indicazioni. TIZIANO

    • Il problema che hai non riguarda questo tipo di configurazione ma piuttosto le impostazioni del tuo router. Il messaggio di password non valida a volte può essere fuorviante perchè spesso i produttori riconducono a quel messaggio anche cause diverse dall’errata password.
      Mi fa veramente strano che sei riuscito a collegare una periferica e le altre no; posso solo darti delle indicazioni generiche per tentare di risolvere al volo i tuoi problemi di connessione al wifi.
      Nel router controlla di avere il DHCP attivo e che lo stesso fornisca un numero ragionevole di ip validi nella stessa sottorete del router;
      controlla che non sia attivo il filtro mac address e che abbia un SID (nome rete) visibile, composto da caratteri normali e non uguale ad altre reti nello stesso range del tuo router.
      Stessa cosa per la password, caratteri normali.
      Se hai il wifi dual band, accertati di avere attiva la 2.4 ghz perchè non tutte le periferiche “vedono” la 5 ghz.
      Per quanto riguarda le periferiche che vuoi collegare controlla di non avere un ip assegnato e che piuttosto abbiano attiva l’opzione “ottieni ip automaticamente” o simili…..
      Un’altra ragione potrebbe essere il canale dal router molto disturbato perchè magari è lo stesso del router del tuo vicino, puoi verificarlo con un app da telefonino per la scansione delle reti.
      Dovessero persistere i problemi fai il tentativo di cambiare SID, mettine uno semplice tanto per provare, e cambiare la password anch’essa semplicissima tipo ABC per il sid e 12345678 per la pwd così almeno ti togli il pensiero su queste due cose.
      Verifica anche di non avere nel router ip riservati a periferiche cancellando ogni assegnazione…..
      Difficile aiutarti oltre, le cause possono essere tante anche oltre quelle che ti ho indicato.
      Nella peggiore delle ipotesi…. resetta alle impostazioni di fabbrica il router.

  27. Ciao Max bella guida, ho acquistato oggi un Asus RT-AC5300 e volevo chiederti se la tua guida la posso usare per la procedura di collegamento e configurazione dell’RT-AC5300 al modem telecom fibra

    ti ringrazio

    • Certo che si. Salta la parte dove spiego come configurare una della 4 porte LAN in WAN perchè non ti interessa in quanto il tuo router ha già la sua porta WAN predestinata non avendo un modem interno. Quindi il collegamento lo farai tra la porta blu del tuo router e una delle porte gialle del router telecom. Ovviamente sto dando per scontato che sai qual’è la differenza tra una porta WAN RJ45 e una porta USB 3.0 che anch’essa è blu. 🙂
      N.B. – Farà sorridere, ma in molti casi non è così scontato.

    • Ciao Max grazie per la risposta, volevo chiederti un paio di cose,
      scusami ma le credenziali di accesso alla rete (nome utente e password) dove le trovo, io per entrare nella schermata del modem telecom digito solo una password di 8 caratteri, inoltre per la configurazione delle wireless a 2,4ghz e 5ghz dell’RT-AC5300 uso la chiave scritta sul talloncino adesivo del wireless del modem telecom ?
      grazie per la precisazione riguardo il collegamento lan tra la porta blu wan dell’RT-AC5300 e una delle porte gialle del modem telecom a proposito se volessi cambiare modem telecom cosa mi consiglieresti ? io ho lo stesso modem tuo che hai messo in figura, però ho visto un nuovo modem fibra (2016) che c’è sul sito della telecom o addirittura c’è sul sito uno Smart Modem Technicolor cosa mi consigli ?
      grazie e attendo tue notizie

      • Delle credenziali se ne è parlato più volte in questi commenti e trovi tuttte le risposte. In merito al modem non saprei che dirti in quanto il sito attualmente mostra 2 router di cui uno è il technicolor in versione nera. Tieni presente che in generale i router telecom sono “sempre gli stessi” se non si guarda al capello e in questa configurazione non è assolutamente importante cosa ti da telecom perchè il loro router lo usi solo per la parte telefonica e per fare da presa VDSL al tuo che è quello che svolge tutto il lavoro. Come “presa” VDSL va bene qualsiasi cosa.

        • scusa max all’affermazione che fai per la configurazione del router asus “Attacchiamo al router DSL-AC68U, staccandolo dal router Telecom, anche il cavetto della linea VDSL-FIBRA (alla porta blu)”, io ho seguito le tue indicazioni per il modem telecom, adesso dovrei configurare il router asus e sul router non ho porte per il cavetto grigio adsl/vdsl a questo punto lascio il cavetto grigio sul modem telecom e per la configurazione del router asus collego un cavo ethernet dalla porta gialla del modem telecom alla porta blu Wan del router, ti ringrazio

          • Si in effetti l’espressione può trarre in inganno chi non ha l’ASUS DSL-AC68. Questo router ha la porta a cui collegare il cavetto VDSL/ADSL di colore BLU, stesso colore della porta WAN…. Nel tuo caso ovviamente non puoi farlo, lascia il cavetto della fibra sul router Telecom…. che poi è la sua destinazione finale. Nell’articolo infatti si arriva successivamente a riportate il cavetto della fibra sul router Telecom; in quel passaggio il cavetto linea fibra è sull’ASUS soltanto per avere il piacere di collegare in prima battuta l’ASUS direttamente alla linea senza passare dal Technicolor, anche per far capire come cambiano le icone verdi in alto nel momento in cui si giunge alla configurazione finale.

  28. Salve.
    Ti ringrazio della tua guida che e’ stata molto esaustiva. Ho collegato i due modem come tu hai fatto e funziona tutto molto bene.
    Ancora grazie

  29. Ciao Max, purtroppo ti comunico che da alcuni giorni non è più consentito da TIM l’uso di router in cascata in modalità PPPoE. L’unica strada è sostituire il modem di tim con altro proprio, rinunciando alla loro linea VoIP, pur continuando a pagarlo in bolletta (obbligatoriamente).

    • Personalmente sto usando questa configurazione tutt’oggi senza problemi, quindi non riscontro quanto dici e non mi risulta neanche su installazioni recenti verificando qui i commenti di altre persone. Anche sul pagamento del router dissento, da quello che mi risulta TIM lo fornisce in comodato gratuito; io non pago nessun canone in bolletta relativo ad un ipotetico canone di noleggio.
      Sapresti indicare che versione di firmware ha il tuo router e che tipo di contratto hai sottoscritto?

  30. innanzi tutto , bellissimo articolo, avrei però una domanda, a pagina 4 dici di collegare i due router nelle porte ethernet gialle, ma nel router asus non bisogna collegarsi alla porta blu wan ? (io ho un asus dsln n 66u che ha sempre la porta wan) grazie

    • Nel caso del router Asus DSL-AC68U è una necessità, in quanto è dotato di un modem interno e quindi la porta WAN dedicata non la ha perché non servirebbe; ha però la possibilità di sfruttare una delle porte ethernet (gialle) come WAN all’occorrenza. Nel tuo caso e in tutti i casi in cui il router non ha un proprio modem è presente la porta WAN (blu) specifica alla quale connettere un modem o come in questo caso un router in cascata.

  31. Ciao, una domanda: oggi mi hanno installato la fibra con il modem Tim Fibra, esteticamente leggermente diverso ma sostanzialmente, a vedere dalle schermate, direi pressochè identico. Il problema è che non si è mai parlato di credenziali di accesso alla rete, il tecnico ha eseguito tutta l’installazione senza nè chiedermi come impostarle nè indicarmi se e quali aveva impostato (non so se nel frattempo è cambiato qualcosa nelle procedure di installazione). Come posso recuperare tali informazioni? Non è che come per altri operatori (es infostrada) esistono credenziali generiche uguali per tutti?
    Spero possiate darmi una mano.
    Grazie!

    • Non so dirti se hanno cambiato qualcosa, le credenziali si definiscono nel router Telecom all’atto della procedura di installazione durante il primo accesso che eventualmente potresti ripetere se fai il reset del router. L’alternativa è chiamare il 187 e chiedere a loro. Prima di pensare ad un eventuale reset prova adsl adsl (come login e password) e fai un test di velocità qui http://www.speedtest.net/it/ scegliendo su Roma il server telecom, se sei di quelle parti fallo su milano. Se la velocità che raggiungi è quella che hai “comprato”, sei apposto così e non devi fare altro.
      Quelle credenziali adsl – adsl sono state suggerite qui in un commento precedente da un altro utente e pare che abbiamo funzionato senza limitazioni o problemi.
      Però poi mi chiedo, se vai sul sito tim per accedere a MyTim e verificare i dettagli del tuo contratto bollette comprese alla domanda sotto cosa risponderai?
      t

  32. Complimenti, ottima guida!
    Vorrei capire però quali sono i reali vantaggi di usare un modem-router in cascata a quello TIM. Cosa cambia rispetto ad usare solo il modem fibra Technicolor sia per la fonia che per la navigazione?
    Grazie.

    • Con riferimento ad un qualsiasi router da 2 soldi certamente non cambia nulla e non c’è motivo di usare 2 router in cascata. Se invece si è possessori di un ottimo router quale l’Asus DSL-AC68U che non è minimamente paragonabile al router Telecom per la vastità di funzioni e la possibilità di personalizzare al massimo l’attività di qualsiasi periferica ad esso collegabile allora diventa quasi un’esigenza. La versatilità di un router top di gamma non potrà mai essere paragonata ad un router Telecom (che viene concesso in comodato gratuito) che per quanto vuole essere un buon router non ha particolari funzioni.
      Ti faccio un esempio per farti meglio intendere: se sei un papà che vuole limitare a determinati orari l’uso di internet al proprio figlio senza bloccare internet a tutta la casa (vedi il wifi per gli smatrphone o la connessione per gli smart TV) con il router della Telecom è un’utopia, con un top di gamma lo si fa in 4 click, stessa cosa se si vuole filtrare il traffico internet per evitare che ai bambini vengano sbattuti in faccia contenuti porno….. Il QOS! Prova a chiedere al router Telecom cos’è il QOS :)) Acronimo di Quality of Service è quella possibilità che hanno certi router di definire quanta banda minima e massima attribuire ad ogni servizio e addirittura ad ogni periferica connessa e di regolare l’uso della banda sulla base dei parametri impostati. Tradotto in altre parole significa che se metto a scaricare un torrent che viene giù a palla assorbendo tutta la mia banda e nel mentre mi viene in testa di guardare un film in streaming e nel frattempo c’è qualcun’altro che sta guardando la posta dal telefonino il router regolerà in modo automatico la banda per consentire la fruizione dei servizi senza interruzione. Prova a farlo con un router senza qos, non riuscirai a vedere il film finchè non sarà terminato il download o viceversa……..e via discorrendo. Sono solo alcuni esempi, ma potrei scrivere un articolo intero per quante sono le maggiori possibilità di gestione della rete e degli accessi che ha un router top di gamma rispetto ad un router qualsiasi.
      Per quello che concerne la fonia, da sola è già una ragione per avere questi due router in cascata perchè l’Asus DSL-AC68U non ha funzionalità VOIP e quindi il Technicolor esiste anche per questo.

      • Grazie per le delucidazioni, molto chiare.
        Volendo fare a meno del tutto del modem fibra di TIM, esiste qualche modem-router in grado gestire sia navigazione che fonia VOIP, e che sia configurabile con la fibra TIM? Ho provato a cercare informazioni, ma non ho trovato nulla.

        • FritzBox, sono router più che ottimi e gestiscono anche il VOIP. Però accetta un consiglio spassionato: non impelagarti nell’acquisto di un router VOIP per risolvere una situazione di questo tipo. Quello di collegare i router in cascata non è un “accrocco” fatto da chi quello ha e quello deve usare; avrei potuto tranquillamente prendere anch’io un FritzBox o salire ulteriormente per arrivare ad un router Cisco e ti dico anche che non ho nulla in contrario per un router VOIP. Se non l’ho fatto la ragione principale è stata una: il servizio di fonia e linea dati è erogato da un fornitore (Telecom) che per somministrarlo concede in comodato un proprio prodotto. Se vado ad utilizzare un mio router VOIP mi metto nella condizione che per un malfunzionamento qualsiasi (non ricevo telefonate, non riesco a farne, non riesco a ricevere o inviare fax, mi ritrovo addebiti sconsiderati ecc) non ho più titolo e diritto di contestare nulla perchè uso un prodotto (pur essendo tecnicamente 100 volte superiore al loro) che non è il loro e solo questo fatto li autorizzerebbe a lavarsene le mani e a non farsi carico di eventuali problematiche rendendoti responsabile del malfunzionamento stesso; ma non solo… in caso di disfunzione pensi di chiamare Telecom e trovare qualcuno dall’altra parte che discute con te di parametri VOIP? In questa configurazione nessuno potrà mai contestare nulla, perchè la fonia è gestita dal loro router e la fibra pure, la portante della linea fibra è agganciata dal loro router; tutto ciò che succede dietro al loro router a loro NON DEVE INTERESSARE e io resto libero di incazzarmi per qualsiasi malfunzionamento o mancata erogazione del servizio. Come dirti, rispetto all’ADSL o comunque ad una linea solo dati cambiano un attimo le regole di “ingaggio” (quella era una linea solo dati nella maggior parte dei casi flat, quindi senza costi aggiuntivi da conteggiare, ci attaccavi quello che volevi e via) perchè con le telefonate, i costi, e gli addebiti delle stesse si perderebbe la “garanzia” del funzionamento secondo le LORO regole.
          Un’altra ragione che fa da deterrente è la difficoltà di configurazione del VOIP che ha ulteriori parametri tutti suoi che Telecom non rilascia ufficialmente, e che tante volte sono incompatibili con il firmware del router.
          Un router VOIP lo penserei solo se acquistassi un servizio VOIP esplicito (Telecom non ti vende esplicitamente una linea VOIP, ma ti dice semplicemente di collegare il telefono alla porta del router) trovando anche il fornitore disponibile al supporto tecnico e alla configurazione del servizio stesso.
          Ovviamente questo è solo il MIO PUNTO DI VISTA.

  33. A motivating discussion is definitely worth comment.
    I believe that you should write more on this issue, it might not be a taboo subject but usually people don’t
    speak about these subjects. To the next! Best wishes!!

  34. Greetings from Florida! I’m bored to tears at work so I
    decided to check out your website on my iphone during lunch
    break. I enjoy the info you provide here and can’t wait to take a look when I get home.
    I’m surprised at how fast your blog loaded on my cell phone ..

    I’m not even using WIFI, just 3G .. Anyhow, great site!

  35. I think this is one of the most important information for me.

    And i am glad reading your article. But want to
    remark on few general things, The site style is great, the articles is really nice : D.
    Good job, cheers

  36. Wow that was strange. I just wrote an incredibly long comment but after I clicked submit my comment didn’t show up.
    Grrrr… well I’m not writing all that over again. Anyway, just wanted
    to say great blog!

  37. Ѕono quattгo giorni che navigo e questo articolo è l’unica cosa apprezzabіle che ho visto.

    Molto promettente. Sᥱ tuttte le persone chee
    creano pagime wᥱЬ faceѕsero attenzione di produrгe materіale brillante come questo iil web sarebbe indubbiamente
    molto più fruibilе. Continua così!!!

    • Ti ringrazio, evidentemente il pochissimo tempo che posso dedicare a queste cose riesco a spenderlo bene e anche solo la tua soddisfazione mi basta.
      Buone cose!

  38. Ola un mio coleǥa mi ha nviato la ᥙrl di quеsto sito e sono venuta a vеdeгe com’è.
    Mi piace paгecchіo. Ѕubito messo tra i pгefeгiti.
    Splendido blog e template meraviցliߋsо.

  39. Ciao una mіa colⅼega mi ha girato il link a questo sito e sono passatɑ a vedere
    ѕe realente merita. Mi piace ampiamente. Messo tra i prᥱferiti.

    Splеndido Ьlog e template spettacoloso

  40. è da una settіmana che navigo e questo blog è la sola cosa attraente che
    trovo. Davvero promettente. Se tutte le persone cҺе crеano articoli si preoccupasseгo dii produrre materiale appassionante come queѕto
    internet sɑrebbe certamente più frսibіle. Ti ringrazio!!

  41. Complimenti per la guida, che ritengo la migliore in assoluto per competenza. Sono gia’ in possesso del DSL AC 68 e vorrei passare da Alice 7 mega alla fibra 100 mega di Tim. Non mi sono chiari 2 punti: 1)le credenziali per la 100 mega come vengono fornite? 2) per motivi di lavoro ho la necessita’ di utilizzare un fax. Con questo modem e la linea voip potrò utilizzarlo ancora?.Se si, come attaccarlo alla linea?Attualmente e’ collegato alla presa a muro tripolare insieme al cavo adsl tramite filtro e da esso parte un cavo per un cordless.Grazie di cuore.

    • Ti ringrazio per l’apprezzamento. Le credenziali ti saranno fornite all’atto del primo accesso. Sarai tu a decidere nome utente e password nella procedura guidata di registrazione che ti verrà proposta in automatico alla prima connessione con il router Telecom, e questo dovrebbe avvenire insieme al tecnico se come è successo a me ti porteranno il router personalmente a casa. In ogni caso è un passaggio obbligato che ti farà fare il router, quindi anche se ti sarà spedito non potrai non “vederlo” o non farlo. Per quanto riguarda il tuo impianto telefonico darti una risposta chiara e precisa è difficile. Se la presa a cui oggi hai collegato il tutto è l’unica presa, a quella presa arriverà la linea fibra; non potrai utilizzare il filtro (con la fibra non serve/non si può) e a quella presa sarà collegato solo il router Technicolor AG Plus. Il cordless e il fax dovranno quindi essere collegati alle prese telefoniche del router (sono le 2 porte rosse). Se nell’appartamento invece ci sono più prese bisognerà vedere quale è la prima, cioè a quale presa arriva il doppino Telecom. Quella sarà la presa a cui il tecnico Telecom collegherà la fibra e a cui sarai obbligato a collegare il router. A quella presa infatti ora hai il doppino telecom e sugli stessi morsetti il cavetto (chiamiamolo cavetto per distinguerlo dalla linea entrante) che raggiunge le altre prese dell’appartamento. Utilizzando la nuova presa che puoi vedere in fondo all’articolo, il tecnico collegherà il doppino ad una porta e il cavetto all’altra; quindi il router avrà accesso diretto alla linea fibra e da una delle due porte rosse sarà collegato un secondo cavo che collegato alla porta del cavetto reimmette il segnale telefonico a tutte le altre prese dell’appartamento. Insomma il router farà da ponte tra la linea esterna e le prese interne.
      Ti consiglio di verificare con il tuo elettricista la situazione del tuo impianto telefonico interno. Se la presa a cui oggi hai collegato il router non è la prima devi farti sistemare l’impianto in modo che lo diventi, e quella sarà la presa che dovrai indicare al tecnico telecom come presa di arrivo della linea esterna. Tieni presente ancora che per ragioni tecniche (riduzione di banda, perdita di qualità del segnale) e consigliabile non frammentare troppo il doppino, quindi a quella presa il tuo elettricista dovrà arrivarci con un unico pezzo di cavo saldato al doppino.
      Non impressionarti perchè l’eventuale modifica è più facile a farla che non a spiegarla.
      Il fax funzionerà senza problemi, che sia collegato direttamente al router o alla presa dell’impianto interno.
      Spero di essere riuscito a spiegarmi chiaramente.

      • Quindi riassumendo: le credenziali che dovro’scrivere nell’Asus saranno le stesse che decidero’ insieme al tecnico al momento dell’installzione, mentre il fax potro’ attaccarlo o al modem Tim oppure ad una delle altre prese interne che ho gia’in casa.Spero di aver capito bene,in tutti i casi incrocio le dita….. e ti ringrazio per la cortese attenzione.

  42. Ciao Max
    possiedo un modem Fibra technicolor ultimo modello agplus e un router asus RT-AC88U.
    Mi potresti cortesemente spiegare a cosa serve disabilitare la connessione automatica da modem?
    tenendola comunque attiva la connessione sull’asus mi funziona correttamente e se lo disattivo eventuali dispositivi connessi direttamente al technicolor non “vedono” internet se questa rimane disattivata
    mille grazie

    Nicola

    • Bella bestiolina quello! E’ corretto quello che dici e quello che succede perchè l’RT-AC88U è un router senza modem, infatti hai solo la porta WAN e quindi non può gestire al contrario del DSL-AC68U (che ha un proprio modem e quindi anche la porta Vdsl/Adsl) la connessione internet; nella tua configurazione deve per forza farlo il Technicolor che deve mantenere attiva la connessione automatica.

  43. Ciao e grazie per lo splendido articolo. Purtroppo non riesco a seguire le tue istruzioni perchè nella pagina “Stato Connessione” del mio Tecnicolor non esiste il pulsante per disattivare la connessione. Eppure tutto il resto è identico, anche la versione software (Release Modem: AGVTF_5.3.0) e hardware è uguale: mi sono perso qualche “trucco” per attivare il pulsante ?
    Grazie

    • Mi verrebbe da esordire con un bel, FANTASTICO!!! :))) Non ci sono trucchi e non ci sono inganni sopratutto con versioni software identiche. Guarda pur mettendo in conto che a parità di versione hai una release diversa, mi viene veramente difficile pensare che in qualsiasi versione del firmware di un router non ci sia la possibilità di disconnettere la connessione. Quindi escludendo l’impossibile, e considerando che le pagine di setting dei router sono in HTML (più o meno evoluto) credo che il problema sia nel browser che impedisce la corretta visualizzazione della pagina. Prova ad usare un altro browser o a svuotare completamente da tutto la cache di quello che hai; verifica anche se per qualche ragione nel tuo browser è disattiva l’esecuzione di javascript.
      Fammi sapere.

      • Aggiungo… per maggiore precisazione

        Nel mio caso… ho inserito come user e password… adsl – adsl…. ed il test restituisci il max della velocità… ossia 100down e 20upload.

        Grazie ancora dell’ottima guida senza la quale avrei avuto notevoli difficoltà =)

  44. Grazie dell’utile guida, quindi se ho capito bene posso usare il modem Telecom solo per la parte voip mantenendo così il mio numero di rete fissa, quello che non capisco è se cambiando impostazioni sull’Asus riesco a migliorare la velocità come già faccio con l’ADSL o se la velocità di connessione dipende esclusivamente dal technicolor.

    • Si esatto, con questa configurazione il Technicolor esiste necessariamente per fornire la linea voce che altrimenti non potresti usare con un router non voip come l’Asus DSL-AC68U. Per quanto riguarda la velocità di connessione non potrai utilizzare nulla dell’Asus DSL-AC68U in quanto la linea fisicamente è agganciata dal Technicolor AG-Plus. Sinceramente però non mi preoccuperei troppo della regolazione della velocità su una linea a Fibra Ottica. Il tipo di linea è completamente diversa dall’ADSL e teoricamente priva di disturbi; Telecom sta cablando (almeno nelle città) tutto in fibra ottica FTTC, ovvero anche i collegamenti dalla centrale ai vari armadi (quelli grigi per strada) sono in fibra ottica, quindi l’unico pezzo con il vecchio doppino di rame è quello che va dall’armadio a casa tua. Una distanza troppo breve (solitamente non oltre i 500 mt. nei casi peggiori, altrimenti parliamo di distanze che stanno entro i 100 mt.) perché qualsiasi regolazione della linea possa dare un reale beneficio (perché è solo sul tratto in rame, in quanto soggetto a disturbi, che le regolazioni avrebbero effetto).

  45. Salve, ho il Technicolor AG plus ed ho collegato in cascata il router asus ac 68u, seguendo solo in parte le impostazioni descritte, visto che la parte modem l’ho lasciata al Technicolor (assegnandogli un ip statico che trasmette i dati all’asus).La mia esigenza è quella di avere un id alto su emule, ma dopo aver aperto le porte su tutti e due i router, disattivato entrambi i firewall, ed anche quello su windows 10, mantengo l’id basso.
    Qualche idea?

    Grazie

    • In linea di massima capisco che hai fatto in modo che il Technicolor assegni sempre lo stesso ip all’Asus verso il quale ip hai aperto le porte. Il DHCP del Technicolor disattivalo. Lascia attivo solo quello dell’Asus che si incaricherà di assegnare gli ip alla rete; nella stessa scheda indica anche come gateway l’ip del Technicolor. Nat attivo su entrambi i router. Così credo che dovrebbe funzionare….
      La configurazione proposta nell’articolo è stata pensata proprio per superare questo tipo di problema e per evitare di intervenire ogni volta su tutti e due i router e ti consiglio vivamente di seguirla perchè rendi il Technicolor semplicemente “una presa telefonica”, scordandoti completamente di lui. Spero tu abbia una particolare esigenza che ti costringe ad adottare la configurazione da te scelta.

      • Il problema dell’id alto su emule l’ho superato mantenendo la mia configurazione, ho cambiato le porte su emule ed inserite sulla scheda dell’asus, riavviato il pc ed è andato.Adesso ho il problema che non riesco a vedere il router da remoto, mettendo sul router asus in DDNS un account asus mi dice (indirizzo ip non valido), e mettendo il mio account no-ip dice che la registrazione è avvenuta regolarmente ma non riesco lo stesso a vederlo in remoto.Ho provato ad inserirlo anche nel modem fibra insieme o in alternativa all’asus, ma continua a non funzionare..Qualche dritta?Grazie

        • Prova ad utilizzare un solo router e vedi se la cosa si risolve. Se è così c’è qualche conflitto nella configurazione che hai.
          Tornando ad emule…. hai risolto mettondo li le porte che erano già configurate su asus; e se cambi porte su emule e riconfiguri anche l’asus con le nuove porte ritorni ad avere id basso? È importante per capire che tipo di problema c’è nella tua configurazione ed eventualmente come risolverlo….. ammesso che ce ne sia uno.

  46. Grazie per l’utile descrizione. Una domanda: se si intende mantenere il router Technicolor per la gestione della connessione VDSL, non e’ necessario configurare la connessione VDSL sul router ASUS, e si passa direttamente a coonfigurare la porta WAN. In tal caso sarebbe sufficiente un router con porta WAN (es RT-AC68U), corretto?
    Altra domanda: a quale utenza @tim ti riferisci? La confgiruazione iniziale del router TIM per tuttofibra non richiede alcuna utenza, dovrebbe essere cablata aliceadsl.

    • Caspita Alex, hai fatto una domanda che per risposta richiede un nuovo articolo, ma cerco di farlo sinteticamente almeno per darti un input nella giusta direzione. Intanto assumo che vuoi usare un router per tutte le connessioni di casa e il traffico in uscita gestirlo da AG Plus (spero di aver inteso bene).
      Per prima cosa vanno rimessi i due router sulla stessa sottorete, magari facendo attenzione di assegnare all’AG Plus un ip fuori dal range DHCP (esempio: nostra rete con range DHCP 192.168.120.2 -192.168.120.100. Ip router asus che sarà quello che gestirà il DHCP 192.168.120.1, ip router AG Plus 192.160.120.101)
      In questo caso sul router asus non va configurata ne VDSL ne WAN (la WAN la gestisci da AG Plus). Quindi molto semplicemente sul router asus va configurato solo il DHCP con il range di ip che desideriamo, e nella stessa maschera facciamo attenzione ad inserire anche il gateway che sarà l’ip dell’AG Plus. Non va fatto altro. E’ una configurazione però che non ti consiglio in quanto per l’apertura delle porte saresti costretto ad agire sui due router ogni volta. Potresti disattivare il firewall sul router asus (e lo sconsiglio, avresti la tua rete anche se ancora protetta dall’esterno vulnerabile nel caso in cui si infettasse un pc che potrebbe aggredire gli altri) per gestire l’apertura delle porte solo sull’AG Plus.
      Questo per darti solo approssimativamente una direzione; l’argomento è complesso.
      In merito all’utenza, mi referisco alle credenziali rilasciate da tim. Io personalmente ho superfibra di tim – 100 in down, 20 in up. Se uso le credenziali standard log:aliceadsl, pwd:aliceadsl la connessione che mi viene assegnata è la fibra base – 30 in down. Per viaggiare alla velocità del mio abbonamento quindi devo inserire le mie credenziali.
      Spero di aver chiarito i tuoi dubbi.

      • Ciao Max, grazie per l’utile guida, ho da poco attiva la line fibra 100/20, ho un dubbio sulle credenziali da inserire (all’istallazione ha fatto tutto il tecnico) quindi prima di perdermi nel 187 provo a chiedere a te, le credenziali da inserire sono le stesse usate per generare la mail obbligatoria associata al servizio?

        • Si bravo, esattamente e necessariamente quelle, nella forma “tuamail@tim.it” e stessa password li indicata. Non usare le credenziali generiche aliceadsl aliceadsl perché nel tuo caso specifico non viaggerai a 100 mega in download ma alla velocità della fibra base (credo attualmente 30 mega). Io personalmente ho anche provato a connettermi usando credenziali generiche ed è successo proprio questo.
          Buona navigazione

2 Trackback & Pingback

  1. Dual Wan - Asus DSL-AC68U - Sblogg
  2. Technicolor AG Plus - DMZ e apertura porte -

Lascia il tuo commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.



*